Home Approfondimenti Culturali Scontro Verbale tra Amministratore e Polizia Locale

Scontro Verbale tra Amministratore e Polizia Locale

di snanis

Gentilissimo redattore

Le scrivo questa mia lettera per dare una risposta alle mie domande.
Ma in mano a chi siamo?
Da chi siamo amministrati?
Una volta il politico era degno di stima e di rispetto, votato dai cittadini oggi invece sono persone prive di scrupoli e dignità… E io sinceramente mi vergogno di avere queste persone al governo della mia città.
Veniamo al punto.
La settimana scorsa mi trovavo nella centralissima piazza Roma quando ho udito delle. Urla provenire dalla vicina stradina.
Un vigile assalito e vessato da un tizio, che in modo alterato gli urlava contro.
Da quello che si udiva, contestava una multa che gli era stata fatta per aver messo la macchina in malo modo.
La. Cosa. Sconvolgente é che parlando con altri cittadini che sconcertati assistivano alla scena mi riferivano che la persona in questione era un assessore.
Eh già un assessore.
Colui che è stato nominato dal sindaco e dovrebbe rappresentarci nel palazzo comunale.
Informandomi meglio ho capito che tale assessore minacciava il povero vigile per avergli fatto la multa (e qui la domanda, perché gli amministratori sono esentati?)
E soprattutto che tale assessore é ben noto a questi gesti.
Minacce e soprusi sono molto frequenti.
Ora vorrei capire, perché noi dobbiamo essere rappresentati da tali persone, che tra l’altro paghiamo?
Perché il sindaco non prende provvedimenti?
Una persona del genere dovrebbe avere la decenza di andarsene da solo, la nostra cittadina addirittura lo ringrazierebbe!

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: