Home Approfondimenti Culturali Alimentazione: I Consigli della Dottoressa Silvia Fidanza

Alimentazione: I Consigli della Dottoressa Silvia Fidanza

di snanis

Durante le feste si tende a consumare alimenti, sicuramente gustosi ed invitanti, ma con un apporto di grassi e zuccheri, superiore alla quantità necessaria, e questo può essere causa, dopo i pasti di vari tipi di fastidi e malesseri, come sonnolenza, gonfiori addominali ed eccessivo senso di sazietà, ma in alcuni casi i fastidi possono diventare più pronunciati ed includere tachicardia ed oppressione toracica.
Per evitare di incappare in queste situazioni, che talvolta compromettono il nostro stato di salute possiamo adottare dei sani accorgimenti alimentari, come il sostituire od integrare gli antipasti con un ricco piatto di verdure crude, che a detta degli esperti andrebbero sempre consumate all’inizio dei due pasti principali per i seguenti motivi:
inducono sazietà, in modo da ridurre le razioni di cibo successive migliorano l’assorbimento delle sostanze nutritive, i nutrienti essenziali sono assimilati meglio a stomaco vuoto migliorano la digestione, poiché ricche di fibre e povere di grassi regolano l’assorbimento degli zuccheri nel sangue, modulando i livelli glicemici.
La scelta delle verdure crude da prediligere è ampia e diversificata, quindi possiamo optare per radici, come il topinambur, le carote, i ravanelli, i fusti come il sedano, ma anche ogni tipo di insalata, finocchi, pomodori, cetrioli e una buona manciata di semi oleosi.

Sicuramente un antipasto diverso, ma un vero piatto di salute, che conserva la bontà originale di ogni singolo alimento.
Sempre attuale il pensiero di Ippocrate, padre della Medicina…. “ Fa che il tuo cibo sia la tua medicina e la tua medicina il tuo cibo”.

A cura della dott.ssa Silvia Fidanza

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: