Home Approfondimenti Culturali CLAUDIO DURIGON E L’ ATTESA DI UNA CANDIDATURA. COME SI COMPORTERA ‘ LA LEGA NEI CONFRONTI DI FABIO MARTELLA?

CLAUDIO DURIGON E L’ ATTESA DI UNA CANDIDATURA. COME SI COMPORTERA ‘ LA LEGA NEI CONFRONTI DI FABIO MARTELLA?

di snanis


Potrebbe essere il titolo di un film, invece è una realtà della Lega nei confronti del Candidato Sindaco Fabio Martella, iscritto nella Lega, politico in mezzo alla gente che dinanzi a molteplici difficoltà, senza sosta continua con umiltà ad incontrare cittadini e categorie.

La Lega sta perdendo percentuali di voti a livello Nazionale e nello stesso tempo, nella Regione Lazio, ha Commissariato il Partito, nominando Commissario Regionale Claudio Durigon che a sua volta è anche Coordinatore Provinciale.

Durigon, preferisce il silenzio assordante e non prendere nessuna decisione sulla posizione della Lega nel Comune di Marino.

Una parte della Lega segue il candidato Fabio Martella, poi c’è una componente della Lega, del Coordinatore di Marino Forgetta che invocava rinnovamento e poi ha deciso di sostenere Stefano Cecchi, che negli anni ha governato con Palozzi e Silvagni.

In attesa di capire le motivazioni del Coordinatore Forgetta su una scelta di non supportare un progetto nuovo, si attende anche una posizione di Durigon.

Nell’ immobilismo dei vertici della Lega, Fabio Martella prosegue la politica in mezzo alla gente.

Www.argomentilavocedeicittadini.it

1 Commento

Armando Laurj Dicembre 23, 2020 - 5:11 pm

Un Commissario Straordinario di un partito molto difficilmente può operare scelte trancianti, come sembra essere quella del candidato a Sindaco della Lega Nord Salvini per le Amministrative di Marino, motu proprio.Da solo. Chi non ama la lega e/o chi non fa parte delle sue articolazioni interne, è ignaro del fatto rispetto al quale Durigon consulti quadri e attivisti e compia opera di paziente e politica mediazione. Forse che sì, forse che no. Cose che sanno i leghisti. Poichè però il tutto è propedeutico a interessi pubblici pubblicisissimi, e cioè quelli di tutti ( il sindaco!, le elezioni…), il silenzio asdoluto e totale perplime, appunto, tutti i marinesi bovillensi. Chi più chi meno ma tutti.

Reply

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: