Home Approfondimenti Culturali CLAUDIO LAURETI TRA IMPRESA E SPORT SI RACCONTA

CLAUDIO LAURETI TRA IMPRESA E SPORT SI RACCONTA

di snanis

La Redazione di Argomenti, ha intervistato Claudio Laureti, imprenditore ed uomo di Sport.

Un virus invisibile ed aggressivo, ha modificato il globo ed il mondo del lavoro. Lei si occupa di vendita carni, come cambierà la sua attività?
In questo momento in cui l’emergenza sanitaria causata dalla diffusione del COVID-19 va di pari passo con le difficoltà delle imprese e delle attività del nostro Paese, a causa delle misure contenitive, abbiamo bisogno anche di segnali positivi. Per questo la mia azienda mytoronero.it,, ha deciso di non fermare la distribuzione nonostante le difficoltà del momento. Abbiamo dovuto rivisitarci e trasformarci, con la MYTORONERO.IT proponiamo all’utente finale la spesa a domicilio tramite il nostro portale. Ormai da qualche anno stiamo sviluppando questo progetto di spesa online, ci credo molto in questo e credo che in futuro sara’ indispensabile per le aziende come la mia. Oggi purtroppo e dico purtroppo tutto questo mi da ragione,avrei voluto che questa situazione non fosse mai esistita, e che la mia idea di spesa online avesse preso piede da sola. In questo periodo siamo arrivati sulle tavole di oltre 500 famiglie con risultati soddisfacenti ma tutto questo purtroppo non mi rende felice, sono pero’ orgoglioso di aver potuto dare continuità alla mia azienda e soprattutto di aver potuto garantire il lavoro e lo stipendio ai miei collaboratori.
Come si diventa imprenditori affermati?
Gli imprenditori sono importanti in un mercato libero perché aiutano il mercato a rispondere al cambiamento dei prezzi e delle preferenze dei consumatori. Ad esempio, con l’aumento dell’uso di Internet, un imprenditore può vedere la possibilità di creare un nuovo servizio di consegna a domicilio che utilizza un’app per l’acquisto da parte dei consumatori. Senza gli imprenditori, i mercati dei prodotti diventerebbero statici e rallenterebbero i cambiamenti nelle nuove tecnologie e nelle tendenze, nei gusti. Consigli per diventare imprenditore affermato,bisognerebbe chiederlo ad un imprenditore affermato…..io mi ritengo solamente un buon lavoratore,ho appreso quello che riesco a fare di buono da mio padre, sia nel campo lavorativo che nella vita di tutti i giorni. L’unica cosa che credo sia certa per diventare un imprenditore affermato e che ci vuole tanta onestà, molta voglia di fare e un abbondante dose di fortuna.
È anche Presidente del Football Club Frascati, come nasce la sua passione sportiva?             
Questo e’ l’argomento che prediligo in assoluto. Il calcio a questi livelli e’ sempre stata una mia passione,ho sempre seguito il calcio giovanile con molta passione e l’ho fatto sempre a titolo gratuito per altre società. Nel 2017 e’ nata la mia collaborazione con il FOOTBALL CLUB FRASCATI e nel ruolo di copresidente a fianco di Stefano Lopapa abbiamo buttato giù le basi per creare una società che sia il fiore all’occhiello del calcio Frascatano,che da tempo nella cittadina sembra latitante. Frascati merita una società importante e noi stiamo promuovendo una situazione tale. Il nostro obiettivo è quello di creare una identità, un modo di essere del giovane calciatore Frascatano, futuro giocatore perché no. Si intende FORMARE un calciatore con un comportamento adeguato dentro e fuori dal campo, nei confronti delle strutture, delle persone che lo seguono e con particolari valori morali e civili. Nello specifico, indirizzarlo verso un obiettivo sportivo da perseguire, o riuscire a gestire bambini e ragazzi con la sola voglia di divertirsi e fare sport in un ambiente sano.
Come state affrontando come società sportiva questa situazione?                   

Per sconfiggere il virus sono state adottate misure straordinarie. Siamo tutti chiamati a rivedere le nostre abitudini: sacrifici necessari per tornare il prima possibile alle nostre attività. Seguiamo scrupolosamente le regole e ci informiamo tramite fonti ufficiali. Abbiamo sospeso le attività prima che venissero sospese ufficialmente,creando anche qualche malumore e critica nei nostri confronti, poiché alcune società vicine a noi continuavano a gestire gli allenamenti con le “dovute precauzioni”, abbiamo preferito prendere questa saggia decisione piuttosto che fare i “fenomeni” come si suol dire in gergo calcistico.

Cosa consiglia ad un giovane che si affaccia nel mondo dell’impresa e dello Sport?  

Non ho mai sostenuto che un associazione sportiva fosse appellata IMPRESA piuttosto è un’impresa portarla avanti. Per poter sopravvivere con una società sportiva bisogna avvalersi di collaboratori con la tua stessa passione, entusiasmo e ideali, le famiglie tutto questo lo percepiscono ecco perché dopo sole due stagioni abbiamo raggiunto la quota di 350 iscritti.

Progetti Imprenditoriali e Sportivi?   

Progetti per il futuro non direi, parlerei di cambiamenti, questa situazione ci ha fatto capire molte cose sia in ambito lavorativo che in quello passionale (sportivo). Quando,spero presto, avremo modo di ritornare alla normalità sarà una sorpresa per tutti i nostri tesserati,specie per i più piccoli, stiamo sin da ora organizzando degli eventi accattivanti per tutti, mirati al puro divertimento senza lasciare da parte, l’aspetto atletico.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: