Home Approfondimenti Culturali INTERVISTA A THANIA FABIANI

INTERVISTA A THANIA FABIANI

di snanis

Come nasce la passione per la politica?

Se parliamo di passione, mi sembra doveroso definire bene il termine politica. Se si intende “l’arte di governare”, forse vi deluderò, ma non è questo il motore che alimenta la mia passione in merito. Quello che mi ha spinto ad avvicinarmi a questo mondo con passione e dedizione è stata l’osservazione del lento declino che ha portato la città che amo a quella che è oggi. L’etica, il forte senso civico e la consapevolezza  di poter contribuire a realizzare il mio desiderio di riportare Frascati allo splendore di un tempo, mi hanno spinto a documentarmi e a cercare di capire cosa fosse davvero possibile attuare per organizzare e amministrare il paese in maniera tale da rendere il mio sogno possibile.

Da giovane Candidato in Consiglio Comunale, come vede la politica?

Per quanto riguarda la “mia” visione della politica, credo di aver già risposto in precedenza. Mi sento di aggiungere che purtroppo la politica non è più, ormai da anni, solo dedizione e passione, ma che molto spesso riguarda compromessi, promesse “a buon rendere” e interessi personali. Da giovane candidata, spero vivamente di poter dare il mio contributo per far si che a Frascati si torni a fare una politica (stavolta intesa come arte di governare) “pulita”, esente da tutto questo.

La città di Frascati, viene denominata la perla dei Castelli Romani, ad oggi vive una fase di declino. La Sua visione?

Sono frascatana da diverse generazioni. Ho vissuto, data la mia età, solo per un breve periodo lo splendore di Frascati, ma ho ben stampata nella mente la Frascati raccontata da chi mi ha preceduto. Le potenzialità della nostra cittadina non solo sono rimaste invariate da quell’epoca, ma addirittura, grazie al progresso, grazie alle nuove strade di accesso e ai nuovi servizi possibili, sono decisamente aumentate. Purtroppo negli ultimi anni mal gestite se non addirittura ignorate. E ciò che viene ignorato, non sempre rimane lì a far polvere, ma il più delle volte si autogestisce da solo. Faccio solo un piccolo esempio, perché altrimenti avrei da parlarne per settimane: ho menzionato in precedenza i nuovi punti di accesso a Frascati (“nuovi” in base al periodo di riferimento), così come gli stradoni di Tor Vergata. Ecco… Io credo che senza sfruttare le potenzialità che il paese ha da offrirci su ogni fronte e lasciando la cittadina in balia di se stessa, quelle strade siano diventate un accesso preferenziale dalle zone limitrofe più ricche di delinquenza, delle quali noi tutti siamo consapevoli. Stiamo assistendo al degrado di Frascati e poterlo evitare è in nostro potere. Evitarlo, è un nostro dovere.

Obiettivi per il futuro?

Contribuire alla rinascita di Frascati. Tornare a vedere gli occhi dei cittadini innamorati del proprio paese, anche tramite la divulgazione della nostra storia e delle nostre tradizioni.

Impegno, dedizione, umiltà.
La politica richiede costanza lavorativa. È pronta per questa nuova esperienza?

Chi mi conosce sa quanto io sia perdutamente innamorata della nostra Frascati e quanto io sia disposta a dare per far si che questa splendida cittadina possa ritornare allo splendore di un tempo.
Per questo motivo, in passato, ho ricevuto più di una proposta di candidatura come consigliera comunale a supporto dell’uno o dell’altro sindaco, ma ho sempre declinato l’offerta.
Per me l’amore per Frascati ha due unici colori: il rosso porpora e il giallo ocra, i colori che Roma ci donò nel 1837 in segno di graditudine nei confronti del nostro supporto e della nostra ospitalità in seguito all’epidemia di colera che in quell’anno colpì duramente la capitale.
In vista delle prossime amministrative, anche quest’anno, ho ricevuto ben 5 proposte di candidatura, declinate gentilmente (per quanto sia per me motivo d’orgoglio venire a conoscenza della fiducia e della stima in me riposta da molti) perchè ho sempre creduto che la politica tenda a snaturare quelli che sono i pilastri saldi dei nostri ideali e che inevitabilmente, in qualche modo, si debba scendere a compromessi. Non sono mai stata disposta a farlo e forse è anche per questo che molte persone ripongono così tanta fiducia in me. In seguito ho avuto modo di confrontarmi col mio capolista Cristiano De Nicola e ho ritrovato nei suoi occhi e nel suo fervore nell’illustrarmi il programma elettorale, il mio stesso amore, la mia stessa passione, la mia stessa forza di volontà e la mia stessa indifferenza ai colori che non siano quelli della nostra bandiera.
La cosa mi ha ovviamente spinto a voler conoscere ideali e motivazioni degli altri membri della lista e con mia grande sorpresa, sono tutti motivati dallo stesso obiettivo.
Ciò che però mi ha lasciata incredibilmente entusiasta è stato scoprire che la nostra candidata sindaco, Anna Delle Chiaie, ha gli stessi identici valori, obiettivi e ideali di questa squadra di ragazzi.

– Se sono pronta? Con queste premesse, decisamente si.
Non voglio sminuire nessuno, anzi, mi sento di ringraziare quanti abbiano riposto la loro fiducia in me e mi scuso di aver declinato le loro offerte, ma questa lista mi veste davvero a pennello.
Comunque vada, non saremo mai rivali.
L’unica “vincitrice” che vorrei vedere alle prossime elezioni amministrative è unicamente e sempre la NOSTRA Frascati.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: