Home Approfondimenti Culturali Intervista fratelli Giombetti

Intervista fratelli Giombetti

di snanis


La Redazione di Argomenti, ha intervistato i Fratelli Leonardo ed Orlando Giombetti. Due noti imprenditori che si occupano del movimento terra e soprattutto due fratelli cresciuti con i valori della famiglia e dalle grandi doti umane. E’ uscita fuori una piacevole intervista.

Come nasce questa passione per questa professione e come siete arrivati ad un livello di affermazione imprenditoriale?

Leonardo: Nasce dalla passione di nostro padre, dalla nostra famiglia, in quanto siamo due generazioni che svolgiamo questo lavoro. Ci siamo nati con la visione di questa professione, l’abbiamo nel sangue.

Orlando: Nasce da mio padre, da mio zio che è giusto ricordare. Tanta passione, umiltà, professionalità e serietà.

Cos’è nello specifico il Movimento terra?

Leonardo: Parliamo di scavi di qualsiasi genere, per case di nuova generazione, fognature, qualsiasi tipologia di scavi così come le demolizioni.

Orlando: Ci troviamo a vivere in campagna e siamo cresciuti nella terra. Gli stessi fisiocratici sostenevano che la terra era ricchezza e che il rilancio dell’economia, sarebbe partito dalla terra. Proveniamo da una famiglia di agricoltori e che poi si è evoluta nell’edilizia. La terra è anche ricchezza di valori ed il nostro obiettivo è sempre quello di fare meglio.

Siete partiti dalla gavetta. Cosa significa essere Imprenditori affrontando anche il rischio d’impresa?

Leonardo: Siamo arrivati ad affermarci con tanta umiltà, onestà e tanta voglia di fare.

Orlando: Mettiamo l’umiltà al primo posto e con tantissimi sacrifici. Gli attestati di stima che riceviamo, ripagano il nostro lavoro.

Il mondo del mercato e dell’imprenditoria è cambiato. Come sarà il post Covid?

Leonardo: Ci sarà una ripartenza ma sarà molto lenta. La Pandemia ha azzerato molte attività. Non nascondo che sarà dura ma non bisogna assolutamente mollare.

Orlando: Auspico che questa situazione pandemica finisca quanto prima. Spero in una ripartenza economica e sociale. Ho nel cuore molte persone anziane e spero che si possa riornare alla normalità.

Lavorare tra fratelli. Pregi e difetti

Leonardo: Riguardo Orlando, sul lavoro è molto meglio di me. Segue costantemente i cantieri e gli operai. Seguo di più il lavoro amministrativo. Riguardo i difetti di Orlando (Sorriso…) è testardo.

Orlando: Leonardo ha molti pregi ed essendo più grande, possiamo avere visioni diverse. Mi dedico più sul campo e meno all’ Amministrazione che è una mole di lavoro articolata. Un difetto di Leonardo è la sua testardaggine ma ci vogliamo veramente bene. Se non ci fosse stato questo legame umano, non saremmo arrivati dove siamo arrivati.

Gli Imprenditori affermati si suddividono tra spiriti liberi e conservatori. In quale categoria vi vedete?

Leonardo: (Sorriso…). Sono conservatore e ringrazio pubblicamente mia moglie che ci supporta nel lavoro amministrativo e mi toglie molti pensieri.

Orlando Giombetti, su di Lei si parla di essere stato un grande ballerino. E’ vero?

Orlando: (Sorriso…) Ho una bella famiglia, due belle bambine, una bella moglia. Mi reputo conservatore anche se il ballo è sempre bello.

Progetti per il futuro a livello imprenditoriale?

Leonardo: Cerchiamo di essere sempre innovativi ed all’avanguardia anche con i mezzi di lavoro. Soprattutto dobbiamo essere sempre aggiornati con le normative.

Orlando: Cerchiamo sempre di migliorare e crescere sempre di più.

Consa consigliate a giovani imprenditori che vogliono investire in Italia?

Leonardo: Avere tanta umiltà e soprattutto tanta volontà.

Orlando: Con la fornza e fantasia si ottiene tutto. Come prima cosa, tanta costanza e tanta voglia. Serve anche fortuna.

Cosa vi sentite di consigliare ai vostri figli nel mondo del lavoro?

Leonardo: Mio figlio lavora con noi ed auspico che possa affermarsi. Riguardo mia figlia, di portare avanti in ciò che si sente preposta, in base alle competenze.

Orlando: Sono piccole. Al momento devono impegnarsi nella scuola e nello studio. In futuro dovranno fare ciò che si sentiranno di fare ma sempre con i valori della famiglia e soprattutto con la testa sulle spalle.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: