Home Approfondimenti Culturali Intervista Piero Famiglietti

Intervista Piero Famiglietti

di snanis

La Redazione di Argomenti ha intervistato Piero Famiglietti, storico collaboratore del Signor Umbero Abbale. Il Signor Umberto Abballe, è stato un grande uomo dalle grandi doti umane ed un grande imprenditore, il quale partendo dal nulla ha saputo creare grandi realtà imprenditoriali.


Chi era Umberto Abballe?

Una grande persona nata nel 1933, la quale si è formata completamente da sola, affrontando il dopoguerra. Venne dalla Ciociaria a Roma, lavorando sempre nell’edilizia, iniziando come operaio. A fine anni ’50/ ’60, iniziò a fare le prime costruzioni da solo e durante i weekend, vendeva anche macchine da cucire. Una persona molto dedita al lavoro, che inizialmente faceva anche due/ tre lavori.

Quanto Le ha insegnato il Signor Umberto Abballe, il quale la definiva il “Suo” figlioccio. Che ricordi ha?

I primi anni ci furono anche dei piccoli scontri sull’operatività di lavoro. Svolgevo il ruolo di geometra ma anche di segretario, occupandomi di molte pratiche Amministrative. Negli anni, il Signor Umbero Abballe è divenne un secondo padre, in quanto condividevo con lui intere giornate, pranzi. 25 anni di collaborazione, un vero maestro di vita.


Il Signor Abballe, raccontava che da semplice operario diventò un grande costruttore. Le doti umane del Signor Abballe?

Sicuramente ad oggi è molto difficile creare ciò che ha fatto il Signor Abballe, in quanto il mondo imprenditoriale è cambiato radicalmente. Il Signor Abballe,  riuscì ad arrivare a 300/400 operai , facendo grandi sacrifici per dare sostegno a tutti gli operai che lavoravano per lui. Cercava di non licenziare nessuno e soprattutto molti operai sono andati in pensione con lui.

Gli ultimi anni del signor Abballe, il quale aveva lasciato i cantieri ma voleva sempre verificare il tutto.

Il Signor Abballe non era mai andato in pensione (Sorriso…), anche negli ultimi tempi che non stava bene, mi chiamava chiedendomi di andare in cantiere. Fino all’ultimo il suo istinto era quello di verificare i lavori. Ad oggi è tutto in mano alle figlie, Orietta e Cinzia, molto brave e professionali.

Ci racconti il Suo rapporto con la famiglia del Signor Abballe. La Signora Laura, Orietta e Cinzia.

Uno splendido rapporto con tutta la famiglia. Sono sempre stato rispettato e di questo ne sono orgoglioso.

 

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: