Home Approfondimenti Culturali PATTO DI FERRO TRA LA COMPONENTE DI MARIO GORI E LA COMPONENTE DI PAOLO CIUFFA

PATTO DI FERRO TRA LA COMPONENTE DI MARIO GORI E LA COMPONENTE DI PAOLO CIUFFA

di snanis


Sicuramente non sono giorni facili per il Sindaco Roberto Mastrosanti. Nonostante una pandemia mondiale, nonostante i problemi del bilancio, dove gli stessi dipendenti comunali rischiano di non percepire lo stipendio in quanto nelle casse del Comune, manca liquidità economica, il Sindaco non riesce a calmare gli animi della politica all’ interno della maggioranza.

Il Sindaco, sembrerebbe convinto di azzerare la Giunta e di attuare un vero e proprio rimpasto.

Gli Assessori sono così suddivisi:

Claudio Marziale, Claudio Gori, Emanuela Bruni, Componente Mario Gori e Paolo Ciuffa, con due Consiglieri Comunali, Marco Lonzi ed Arianna Gori.

Gelindo Forlini, componente Matteo Angelantoni ed Olga Masi.

Alessia De Carli, fidelizzata politicamente con il Sindaco.

Secondo i bene informati, tra Mario Gori e Paolo Ciuffa, è stato siglato un vero patto di ferro affinché i 3 Assessori della loro componente non siano rimossi e soprattutto, arrivare a fine mandato e sostenere il Sindaco Roberto Mastrosanti alla candidatura del secondo mandato.


Dall’altra parte della compagine politica, il Sindaco cerca di recuperare in maggioranza sia Franco D’ Uffizi che Paola Gizzi, i due sembrerebbero chiedere l’ azzeramento della Giunta.

Chi è senza rappresentanza in Giunta è la componente di Rinnovamento Civico, composta da Mattia Ambrosio e Marco Magliocchetti. Rinnovamento Civico, chiede una rappresentanza in Giunta. Sembrerebbe che il Sindaco abbia garantito che Rinnovamento Civico, avrà un Assessorato. Chi cederà il posto?

Molti malumori da parte di esponenti della Maggioranza nei confronti del Consigliere Ambrosio, dopo le dichiarazioni che sarebbe uscito dalla maggioranza e la retromarcia.

Sicuramente per il Sindaco Roberto Mastrosanti, è una fase politica molto calda, tra Italia Viva, i contrasti quotidiani con il PD e soprattutto all’ interno della Maggioranza, completamente immobile sull’ indirizzo politico e soprattutto litigiosa su tutto.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: