Home Approfondimenti Culturali ROCCA DI PAPA: VERONICA CETRONI SI RACCONTA

ROCCA DI PAPA: VERONICA CETRONI SI RACCONTA

di snanis

argomenti

La Redazione di Argomenti, ha intervistato il Consigliere Comunale di Rocca di Papa, Veronica Cetroni. Intervista piacevole che vede la Cetroni raccontarsi.

Come nasce in Lei la passione per la Politica?

La passione per la Politica, nasce purtroppo da un evento tragico che vide la morte del mio compagno Emanuele Crestini, Sindaco di Rocca di Papa, due anni fa. L’ impegno per la politica, nasce per proseguire quanto iniziato da Emanuele, per non lasciare incompiuti tutti i Suoi progetti.

Che ricordi ha di Emanuele, del Suo impegno politico nella città di Rocca di Papa?

Emanuele, era innamorato della città di Rocca di Papa. Passava il suo tempo nella città di Rocca di Papa. Lo lasciavo alle ore 7.30 di mattina in piazza ed ascoltava i cittadini sino alle ore 8.30/ 9.00 e poi saliva in Comune per affrontare le tematiche della comunità. La Sua dote principale, era quella di ascoltare la popolazione e di stare in mezzo alla popolazione.

Quali sono le Sue deleghe?

Essendo un Dottore Commercialista, presiedo la Commissione Bilancio, Patrimonio, Boschi e Servizi. Ho preso la delega al monitoraggio per la convenzione effettuata con la Fise per i mondiali di equitazione nel 2022. E’ una delega specifica.

In queste ultime elezioni Amministrative, si è evidenziato un forte astensionismo. Secondo Lei, da cosa deriva questa crisi della Politica? Colpa della Politica o dei cittadini che non partecipano alla vita pubblica?

Seconde me l’astensionismo nasce dalla disillusione che hanno i cittadini per le figure politiche. Colpa anche degli scandali che ci sono a livello Nazionale. Molto spesso si nota l’impegno dei politici soltanto sotto le elezioni e quando vengono eletti, perdono il contatto con i cittadini ed automaticamente non parlando con la popolazione anche dei semplici problemi come una buca o la mancanza di una lampadina.

Oltre alla Sua figura politica ed Amministratrice, chi è la Veronica Cetroni donna?

La Veronica donna è una persona molto determinata e caparbia. Quando ho deciso di candidarmi, ho preso un impegno con tutta la popolazione che sto cercando di rispettare. Sono in mezzo alla cittadinanza, ascolto i problemi e mi rendo disponibile.

La donna Veronica oltre la politica?

Sorriso… Sono una donna che s’impegna tanto anche nel lavoro, portando il risultato.

Steve Jobs, Erasmo da Rotterdam, evidenziavano la follia come fattore positivo. Secondo Lei quel pizzico della follia, aiuta nelle scelte della vita privata e politica?

Sorriso… Attualmente per fare il Consigliere Comunale, occorre essere un po’ folli perché le problematiche, le difficoltà, sono molteplici così come le richieste e molto spesso non si riesce stare dietro a tutto. Un po’ di follia, candidarsi in Consiglio Comunale c’è,  soprattutto nei piccoli Comuni.

Nel Suo volto appare un mondo immaginario anche se è molto determinata. Qual è il Suo sogno?

Più che sogno, il mio obiettivo è quello di aiutare le persone. Noto in me che quando aiuto le persone mi sento meglio ed essendo un Consigliere Comunale, è piacevole essere al servizio del prossimo.

Cosa farà da grande?

Sorriso…Ho  30 anni e già sono grande (Sorriso…) Attualmente l’obiettivo è terminare la Legislatura. Un altro obiettivo, che rendeva felice Emanuele era quello di portare i mondiali di equitazione a Rocca di Papa. Sarà un obiettivo che si raggiungerà a breve. Tra l’atro sono ex equitatrice. Altri obiettivi è quello di riportare la città di Rocca di Papa ai vecchi albori e risollevare le casse del bilancio, continuando a fornire servizi alla città.

Come sono i Suoi rapporti con il Sindaco Veronica Cimmino?

Sono molto buoni, si lavora in sinergia insieme a tutta la squadra della Maggioranza.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: